Locandina Film Quella sera dorata

Quella sera dorata

(The City of Your Final Destination)

Film

Drammatico

Camera con vista sull'Uruguay letterario e magico di Peter Cameron

diJames Ivory

conAnthony Hopkins, Omar Metwally, Laura Linney, Charlotte Gainsbourg, Hiroyuki Sanada, Norma Aleandro, Alexandra Maria Lara, Kate Burton

durata: 118 min produzione: U.S.A. (2009)

Link al sito: http://www.screenmediafilms.net/coyfd/

E ancora una volta un romanzo la fonte di ispirazione di James Ivory e, per la quarta volta nella sua carriera, ad accompagnarlo in questo adattamento Anthony Hopkins(con lui in "Casa Howard", "Quel che resta del giorno" e "Maurice"). Il libro da cui tratto "The city of your last destination" "Quella serata dorata" di James Cameron. Un professore di letteratura americana si reca in Uruguay per cercare di convincere gli eredi di un celebre scrittore a concedergli lautorizzazione per scriverne una biografia. Ci che trova al suo arrivo una famiglia composta da due vedove (moglie e amante dello scrittore), una figlia di dieci anni, un fratello omosessuale e il suo compagno giapponese. Se inizialmente lobiettivo della visita convincerli a dare il loro placet fino a quel momento negato, stando a contatto giorno per giorno con questi personaggi, il nostro protagonista cambia le priorit della propria vita. Cifra stilistica di Ivory, ci che pi lo ha reso un regista apprezzato internazionalmente, il riuscire a raccontare con sobriet e profondit animi e dinamiche sociali di isolati gruppi familiari, specie se borghesi o aristocratici in declino. Seppur stavolta ci si trovi in Sud America, i suoi personaggi continuano ad essere europei; si tratta di tedeschi e inglesi emigrati per varie ragioni nella met del novecento. Lelemento che destabilizza lacquisito equilibrio della casa, larrivo dellamericano. Con ritmo compassato Ivory scava progressivamente nel passato e nelle ambizioni di tutti i suoi personaggi. Ad unirli c un uomo ormai morto: metterselo alle spalle, che sia attraverso il progetto di una biografia, o affrontando il problema dellopportunit della stessa, diventa per ognuno di loro il mondo per riprendere in mano la propria vita. Ivory si limita, per certi versi, a rendere fluido un racconto avaro di vere e proprie svolte narrative o di drammatizzazione varie, ma non per questo noioso. Il suo un cinema composto da personaggi e non da eventi. Pu piacere o non piacere, certo che si tratta di uno stile coerente negli anni e per questo apprezzabile. Non illude, d ci che promette e gi questo non poco. Se poi ci si aggiunge la sua bravura nellassemblare e dirigere il cast (da Hopkins a Laura Linney passando per Charlotte Gainsbourg e Omar Metwally), si capisce perch quando si cita Ivory, si parla di maestro. La frase: "Mi rifiuto di sottomettermi ad una cosa stupida come la democrazia". Andrea D'Addio

Recensione da:

Logo Sito FilmUp Sito FilmUp