Locandina Film The Millionaire

The Millionaire

(Slumdog Millionaire)

Film

Commedia

Scalata al milione di un ragazzo innamorato nel melodramma bollywoodiano di Danny Boyle

diDanny Boyle

conMia Drake, Imran Hasnee, Anil Kapoor, Irfan Khan, Madhur Mittal, Dev Patel, Freida Pinto, Shruti Seth

durata: 120 MIN. produzione: Regno Unito, U.S.A. (2008)

Link al sito: http://www.foxsearchlight.com/slumdogmillionaire/

Aiuto del pubblico, 50 e 50, telefonata a casa. Sono gli aiuti a disposizione di chi si siede davanti al presentatore di "Chi vuol essere milionario?" con lintenzione di arrivare il pi in alto possibile, magari diventare proprio milionario. Li conosciamo tutti, inutile dirlo, il gi solo citarli ci mette nella condizione di prepararci ad una buona dose di suspanse visto che si scommette non solo sulla risposta giusta, ma anche sulla cultura del partecipante. In questo caso, seduto davanti al Gerry Scotti indiano il poco pi che ventenne Jamal, il protagonista del nuovo film di Danny Boyle. Il regista inglese gi autore di "Trainspotting" e "The Beach", fedele al motto "ogni volta che mi cimento con un genere diverso, mi sento come allesordio e riesco a dare pi freschezza al racconto", stavolta infatti volato in India (dove non era mai stato) per girare una favola tanto indiana nellanima, quanto occidentale nellocchio. I dodici quiz che vengono proposti a Jamal per arrivare alla meta finale sono, infatti, loccasione per conoscere la storia di questo ragazzo nato paria, scampato a mille traversie, e ora aspirante paperone. La vita di un ragazzo che ha fatto del ricongiungimento con la sua amata Latika la sua ragione di vita e che pronto a sacrificare tutto s stesso in nome dellamore. Boyle ci racconta tutto questo come un thriller, fa un abile uso del flashback e tiene sulle spine qualsiasi spettatore giocando sulla credibilit del personaggio anzich sulla sua cultura. Dentro c uno dei fondamenti della cultura indiana, il karma, il destino inteso come frutto delle azioni (positive) della persona, ma anche i colori e il melodramma indiano, quella Bollywood che stiamo conoscendo sempre pi. Ne esce un ibrido culturale affascinante, ritmato, un intrattenimento che ben calibra humour e thrilling lasciando comunque spazio a riflessioni ad ampio raggio sulle condizioni disumane che tanti ragazzini (non solo indiani) si trovano a dover affrontare quando lo stato latita e intorno i grandi non si fanno tanti scrupoli. Chiss che non sia questa la sorpresa ai prossimi Academy awards. La frase: - "Vieni via con me!" - "Via? Con te? E di cosa vivremo?" - "Di amore" Andrea DAddio

Recensione da:

Logo Sito FilmUp Sito FilmUp